Logo_testata_ReMusic
Italiano

Cavi potenza Vermöuth Audio Red Velvet e segnale Black Pearl MK2

13.04.2015..
Cavi Vermouth Audio

Era una giornata come tante, pregna di impegni e di corse senza fiato, quando ricevo una telefonata del Direttore Castelli che mi dice: “Hello Mister Mauro, quando posso passare da te per portarti degli ottimi Vermöuth?”. Capirete il mio straniamento da non bevitore quando, a cotanta domanda, gli chiedo a mia volta: “ma è la festa di qualcuno?”. “Ma va! – risponde Giuseppe – Sono degli ottimi cavi che vorrei farti provare”.

 

La faccio breve, arriva a casa mia e noto subito il pitone rosso lì davanti ai miei occhi che identifico come Vermöuth Audio Red Velvet, tre metri di tecnologia concentrata in un cavo di potenza, accompagnato in una bella confezione regalo. A parte trovo una coppia di cavi di segnale il cui nome ha riportato alla mia mente il film della saga dei Pirati dei Caraibi, Black Pearl MK2, la perla nera, cavi appunto in una bella livrea di un nero perlato.

 

Ma ripartiamo dal principio. La Vermöuth Audio si trova in Indonesia, precisamente a Bali, ed è capitanata da un signore che porta il nome di Hendry Ramli. Chi è costui? Semplicemente il promotore e il progettista di ottimi cavi. E non solo. Nel suo catalogo troviamo anche due mini diffusori da libreria e un amplificatore integrato, più numerosi connettori per cavi.

 

Sì, ma come sono questi cavi? Belli al primo colpo d’occhio. Eleganti, fascinosi, oserei dire ben suonanti partendo dalla coppia dei cavi di potenza, cioè quelli che si interfacciano tra amplificatore e casse, i Red velvet. Quelli in prova sono lunghi tre metri e quello che colpisce immediatamente è la lavorazione a dir poco eccezionale, connettori termosaldati e una costruzione che il costruttore chiama 9 AWG Hybrid Multi Size UPOCC, in pratica un tipo di stampaggio a freddo che assicura un suono stupefacente, oltre ad un immagine veramente in 3D. Insomma, un bel cavo con terminazioni rodiate in tellurio, camere d’aria tra i conduttori per evitare interferenze e compensare le vibrazioni esterne.

 

Precisiamo qui che i cavi, per noi audiofili in generale e redattori di riviste Hi-Fi in particolare, sono come dei forzieri. Non potendoli aprire e violare in alcun modo, siamo costretti ad usare solo le nostre beneamate orecchie per poter formulare un giudizio puramente indicativo sul loro suono.

 

Passiamo al cavo di segnale. Bello, nero, terminazioni assemblate con cura quasi maniacale, a lui spetta il compito di portare il segnale dal CD player al pre o da quest’ultimo al finale. Pochi cm e raramente metri di geometria che servono a disegnare o comunque a configurare la parola suono. Oserei dire sono proprio l’anello di congiunzione del nostro impianto.

Il Black Pearl MK2 è il compatto top di gamma, progettato, come dicevo anche per il cavo di potenza, con tecnologie OCC, anche per esso il conduttore viene avvolto con un isolamento al teflon ricalcando la tecnica di tutti i cavi che la Vermöuth Audio produce, purezza, costruzione allo stato dell’arte e materiali allo stato dell’arte.

 

Basta chiacchiere. Montati nel mio impianto e inseriti in varie configurazioni, il risultato è stato notevole, già avendo io di base dei buoni cavi come riferimento. L’immagine è risultata sempre a fuoco e gli strumenti a fiato hanno giovato di questi cavi. Il pizzicato delle chitarre così come il pianoforte hanno preso corpo. A questo proposito vorrei menzionare una cosa che abbiamo notato durante una seduta di ascolto con il buon Castelli. Interfacciato il Red Velvet con l’OTL di mia costruzione, all’ascolto, rispetto al cavo di riferimento, il Red Velvet suonava decisamente più forte, questo perché l’OTL gioca un fattore primario sul discorso impedenza di carico ed è quindi presumibile che il cavo abbia di suo un’impedenza più alta rispetto a quelli con cui ascolto abitudinariamente.

 

Chiudo qui anche perché i cavi sono un po’ come le gioie e i dolori, non solo di ogni progettista, ma anche dell’audiofilo. A questo punto mi chiedo: “Come suonano?”. Rispondo senza alcun’ombra di dubbio: “Benissimo!”. Ma vorrei comunque precisare che, se è possibile, il cavo non va mai comprato a scatola chiusa e che su un buon impianto deve esserci un cavo sicuramente di qualità, ma proporzionato al proprio giudizio d’ascolto.

Miracoli? Non credo che l’azienda ne voglia fare, credo invece, anzi ne sono sicuro, che una volta che vi dico il prezzo correrete a comprarli. Di fronte a certa concorrenza sembrano regalati e sicuramente non vi lasceranno insoddisfatti.

 

 

Caratteristiche dichiarate dal produttore:

Red Velvet - 9AWG Hybrid Multi Size UPOCC, conduttore a geometria unica forgiato a freddo, terminazioni in rodio placcato tellurio, disponibile con connettori a banana o forcelle, camere d’aria per separare e distanziare i conduttori, eliminare le interferenze fra i conduttori e assorbire le vibrazioni interne, guaina interna in avvolgimento di carta e fili di cotone, diametro esterno di 19mm, cavo ad alta flessibilità

Black Pearl MK2 - Solid core multi formato OCC avvolti in teflon isolante di alta qualità

Distributore ufficialeal sito Vermöuth Audio

Prezzo ufficiale alla data della recensione:

Black Pearl MkII di segnale, 340 USD coppia da 1m

Red Velvet di potenza 475 USD coppia da 1,8m

Sistema utilizzatoall’impianto di Mauro Simolo

Torna su

Pubblicità

Banner Extreme Audio
KingSound banner
DiDiT banner

Is this article available only in such a language?

Subscribe to our newsletter to receive more articles in your language!

 

 

 

Email:
Lingua:

Pubblicità

Dream Streaming banner