Logo_testata_ReMusic
Italiano

Convertitore Maverick Audio TubeMagic D1

08.03.2012..

Allora, ricapitoliamo. Questo è il secondo episodio della serie Maverick.

Nel primo ho trattato dell’ampli, denominato TubeMagic A1. Era emerso che, una volta cambiate le valvole con l’upgrade fornito dalla casa, l’oggetto si è rivelato un lupo in veste di agnello, con un suono decisamente sorprendente in positivo, per me ai vertici della categoria intorno ai 300 euro. In questo secondo episodio tratteremo dell’oggetto fratello, il DAC TubeMagic D1, dotato anche di uscita pre a (singola) valvola o a transistor e di ampli per cuffia.

 

Aspetto e funzioni

Il DAC è esteticamente molto simile all’amplificatore, dal frontale si riconosce perché ci sono due manopole di forma e dimensioni uguali a quella del volume dell’A1. Quella di sinistra comanda il volume della sezione pre di cui è munito il componente e dell’uscita cuffia, quella di destra comanda le possibili sorgenti, cinque, decisamente numerose, a indicare una flessibilità d’uso veramente rimarchevole. Ricordo la successione degli ingressi sulla manopola, dall’alto verso il basso: coassiale, ottico, USB, RCA posteriore, line in anteriore. A sinistra delle due manopole, dal funzionamento sufficientemente morbido, c’è il solito pulsante di accensione col relativo LED blu, di gradevole intensità, seguito da un interessante pulsante Direct che esclude il volume. A destra vi sono due prese jack come per l’ampli, una di ingresso linea, l’altra di uscita cuffia. Posteriormente si notano da destra un ingresso USB tipo B, un ingresso ottico e uno coassiale, poi un ingresso analogico e infine due coppie di uscite RCA, una normale da transistor e una dalla valvola. Seguono verso sinistra il deviatore 220/110 volt della corrente e la presa IEC con relativo fusibile. Stessa tipologia delle connessioni e delle manopole dell’ampli, di qualità budget. Anche qui, come nell’A1, niente telecomando.

 

Suono

La performance sonora del DAC1 in configurazione base mi è sembrata già apprezzabile, senza gridare al miracolo, ma con una prestazione complessiva tutto sommato positiva e consistente. L’uscita a valvola suona un po’ diversa da quella a transistor, sia per un tocco di maggior calore, sia per le maggiori armoniche avvertibili. Dal canto suo, quella a transistor, un po’ più neutra, mi sembra focalizzi meglio lo stage sonoro. Inoltre l’uso del pulsante Direct, se da una parte riduce l’operatività come pre, relativamente al solo volume, mantenendo la selezionabilità degli ingressi, dall’altra migliora di qualche quid la qualità sonora. Per cui, in presenza di un integrato o di un pre/finale a valle piuttosto che di un solo finale, è da consigliare a mio avviso. Ma, anche qui come nell’ampli A1, notevoli miglioramenti sono emersi con l’upgrade della valvola proposto dalla casa, una GE5670 che va a sostituire la 6N3 cinese di base. Rispetto alle prestazioni apprezzabili constatate con la valvola standard, si notano cambiamenti in primo luogo in gamma bassa, dove si acquista maggiore profondità e dettaglio, fino a livelli impressionanti tenuto presente il costo dell’apparecchio. Ma anche la tridimensionalità e la focalizzazione degli strumenti ne beneficiano in maniera evidente. E anche la gamma alta ne riceve effetti positivi, con una estensione e una raffinatezza migliorate. Infatti, la maggiore presenza della gamma grave, col relativo percepibile abbassamento del baricentro timbrico, non va a scapito della sensazione di naturalezza del suono. Segno che anche le altre gamme tonali beneficiano dei miglioramenti. Sul piano del ritmo non c’è molto da eccepire, con attacchi e rilasci accettabilmente veloci anche se non proprio fulminei. Un confronto con l’rDac dell’Arcam ha messo in evidenza una differente impostazione sonica, un po’ più calda e avvolgente nel TubeMagic, orientata al dettaglio, alla neutralità e alla velocità nell’rDac. Il TubeMagic inoltre suona un po’ più forte col tasto Direct in funzione.

Da segnalare la mancanza di rilevanti differenze qualitative tra gli ingressi digitali ottico e coassiale, con solo una leggera preferenza personale per il coassiale. L’ingresso USB come sempre beneficia di cavi dedicati, ottimo il White Gold Celestial, ma evidentemente sproporzionato in termini di costi. L’uscita cuffia, non pilotata dalla valvola, che non esclude il collegamento all’ampli una volta inserito il jack e che non è sensibile al tasto Direct, mi è apparsa tramite la Senn HD600 di qualità superiore a quella presente nell’A1, ben definita spazialmente e di alto livello, in grado di garantire ascolti molto gratificanti.

Ma veniamo all’accoppiamento tra i due TubeMagic. In effetti la sinergia dei due prodotti “fratelli” si è fatta subito sentire, con risultati più “corposi” rispetto al DAC residente nell’impianto casalingo, lo Stat Audio S501. La gamma timbrica è risultata più spostata verso il basso e si è arricchita di una forza e una vitalità prima non così avvertibili, a scapito solo di un quid di definizione e raffinatezza. Quindi l’accoppiamento, oltre ad aumentare la scarsa connettività dell’ampli, che ricordo ha due soli ingressi, ha benefici effetti anche sulla capacità di pilotaggio, che sembra in qualche modo incrementare.

 

Conclusioni

Dunque anche questo Maverick mi è sembrato un buon prodotto, per la notevole flessibilità d’uso e per le notevoli performance soniche, specie nella versione upgradata con la valvola GE5670. L’uscita cuffia rappresenta un plus molto godibile da chi apprezza tale genere di ascolti. Come per l’A1, qualche piccolo appunto si può rivolgere all’impiego di connettori RCA leggeri e non particolarmente solidi.

La missione di portare un po’ di “vecchia scuola” nella musica digitale è stata eseguita sicuramente con successo dalla ditta di Hong Kong, oltretutto a costi decisamente contenuti. Confortante constatare che la buona riproduzione sonora si può raggiungere spendendo cifre sempre più basse grazie all’evoluzione tecnologica, che evidentemente può contemplare strade anche piuttosto diverse, dal miglioramento dell’impiego delle valvole termoioniche fino all’adozione di chip economici ma con alte prestazioni soniche. Sono strade estremamente interessanti e probabilmente suscettibili di ancora nuovi e sempre migliori sviluppi. Auguri Maverick.

 

 

Selezione musica ascoltata

Ella Fitzgerald and Joe Pass, Easy living, CD Universal

Hi-Fi Ouvertures, Fritz Reiner, Chicago Symphony Orchestra, CD BMG

Neil Young, Greatest Hits, CD Reprise

Andreas Segovia, The Baroque Guitar, file MP3 320kb

Anne Sophie Von Otter, Opera Arias from Mozart, file MP3 320kb

Peter Gabriel, Up, file WAV

The Doors, The future starts here, file WAV

 

Caratteristiche dichiarate dal produttore:

Ingressi audio:

Ingresso ottico audio x 1 (digitale)

Ingresso audio coassiale x 1 (digitale)

Connettore USB x 1 (digitale)

Ingresso audio analogico x 1 (analogico)

Ingresso line-in audio x 1 (analogico)

Connettore ottico: 660nm TOSLINK

Connettore coassiale: RCA, 500mVpp su 75 Ohm

Connettore analogico: RCA, 1000k ohm

Frequenze di campionamento supportate: 32kHz, 44.1kHz, 48kHz, 88.2kHz, 96kHz

Formati audio supportati: PCM lineare, 16, 20 o 24 bit

Uscite Audio:

Connettori RCA placcati oro 24K

Controllo volume per tutte le uscite

Due regolatori di potenza lineare dedicati per DAC e line out

Regolatore di potenza lineared edicato per sezione valvolare

Rapporto segnale/rumore uscite RCA analogiche: >96dB

Rapporto segnale/rumore uscita valvolare: >90dB

Impedenza di uscita (normale e valvolare): 5K ohm

Distorsione armonica totale: meno di 0,001% (uscite RCA), meno dello 0,1% (uscite valvola e pre out)

Potenza di uscita massima: 1000 mW x 2 (32 ohm), 500 mW x 2 (300 ohm), 300 mW x 2 (600 ohm)

Sezione cuffia:

Jack standard da 6,3 mm.

Impedenza minima della cuffia: 16 Ohm

Impedenza massima della cuffia: 600 Ohm

Potenza di uscita: 300mW ~ 1000mW

Alimentazione:

Trasformatore R-core lineare

110/220 Volt con interruttore manuale

Connessione IEC

Caratteristiche fisiche:

Larghezza: 26 cm

Altezza: 5,5 cm

Profondità: 16,7 cm

Peso: 1,8 Kg

Contenuto della confezione:

Maverick DAC TubeMagic D1

Guida Rapida all'uso

Cavo mini jack 3,5 mm

Cavo USB schermato

Adattatore da 6,3 mm a 3,5 mm per jack frontale

Cavo di alimentazione

Distributore ufficiale Italia: al sito Troniteck Distribuzione

Prezzi Italia alla data della recensione:

TubeMagic D1 259,00 euro

TubeMagic D1 Upgrade GE5670 279,00 euro

Una valvola GE5670 40,00 euro

Sistema utilizzato: all'impianto di Fabio "Perplesso" Barbato

 
di Fabio Barbato
Leggi altri suoi articoli

Torna su

Pubblicità

Vermöuth Audio banner
Omega Audio Concepts banner
KingSound banner
DiDiT banner

Is this article available only in such a language?

Subscribe to our newsletter to receive more articles in your language!

 

 

 

Email:
Lingua:

Pubblicità

HighResAudio banner
Dream Streaming banner