Logo_testata_ReMusic
Italiano

tip157 | Come funziona la compressione, perché viene usata e come modifica il suono

La compressione: l'ostacolo maggiore al coinvolgimento musicale
20.03.2012..

All'articolo di presentazione di questa iniziativa

All'indice completo di Get Better Sound

 

Se ci fosse una singola parola sufficiente a descrivere la musica compressa questa sarebbe PIÙ FORTE.

Avete mai fatto caso che negli spot pubblicitari in TV, il volume è molto più alto del resto dei programmi? Alla radio, è lo stesso.

Come ci rimarreste se vi dicessi che tecnicamente la pubblicità NON HA un volume più alto? È sorprendente, ma il volume massimo degli spot non è diverso da quello della normale programmazione. La pubblicità sembra più alta solamente perché il livello medio è più alto. Ecco svelato il trucco della compressione.

Tenete presente che le stazioni radio e TV non possono superare un certo volume perché potrebbero essere multate, oppure oscurate, oppure ancora potrebbero fondere il loro trasmettitore!

Come fanno quindi a far sembrare che la pubblicità abbia un volume più alto? Meglio guardare l’illustrazione.

Avete fatto caso che i quadranti degli strumenti hanno lo stesso livello massimo? E avete notato che quello che segna i livelli minimi e massimi (in assenza di compressione) ha la lancetta con la corsa maggiore? Questa è un'indicazione della presenza di contrasti dinamici.

Adesso osservate come lo strumento che misura un segnale compresso raggiunga comunque il livello massimo.

Occorre notare che adesso il minimo è ad un livello molto più alto.

Tutti i passaggi intermedi tra basso ed alto livello sono stati compressi, forzando il volume al massimo su tutti i picchi del segnale. Perché l'impressione è di avere un volume più elevato? Perché è più alto il livello medio tra il minimo e il massimo volume!

Tanto più si comprime il segnale, tanto maggiore sarà il livello medio e, di conseguenza, tanto più alto sarà il volume percepito. Nel mondo della pubblicità, la compressione viene sempre introdotta negli spot per non farvi cambiare canale. L'idea è che, se gli spot si fanno davvero sentire, sarà più difficile per voi cambiare canale. Loro sperano che non possiate fare altro che guardare la loro pubblicità, visto che parla con una voce molto più alta del normale.

L'identificazione di un "livello medio" è quello che ha creato un sacco di guai alla nostra amata musica. Tutto è cominciato con le stazioni radio; ci si accorse che il fatturato era legato al fatto di poter dimostrare quanti fossero i reali ascoltatori. Con la radio, soprattutto in macchina, se il segnale diventa debole oppure disturbato, di solito si cambia stazione. Quando gli ascoltatori cambiano canale perché è debole, di fatto stanno riducendo l'area di copertura che la radio può vantare.

Perché è così importante? Se voi foste i padroni di una radio, ad una maggior copertura (più ascoltatori) fareste corrispondere un valore maggiore degli spot pubblicitari e quindi maggiori guadagni! Pertanto, man mano che le stazioni radio introducevano sempre più compressione nelle loro trasmissioni, il livello medio del segnale diventava sempre più elevato.

In questo modo molti meno ascoltatori cambiavano canale a causa di un segnale troppo debole o disturbato.

Le etichette discografiche cominciarono a porre attenzione allo stesso fenomeno. Pensarono: se i nostri CD picchiano più duro degli altri, ne venderemo di più! E quindi cominciarono una vergognosa guerra per comprimere la musica, specialmente nei riguardi di quella commerciale.

Il risultato delle guerre di compressione? La gran parte degli attuali CD ha meno di 10 dB di contrasto dinamico. Questo è tutto quello che è rimasto degli oltre 70 dB che c'erano all'inizio.

La compressione ha spremuto via tutta la vita che era presente nella musica originale. Se guardate questa musica su un VU meter simile a quello dell'illustrazione, vi accorgerete di come l'ago rimanga sempre nel fondo scala di destra, senza quasi mai mostrare un vero minimo.

Il risultato è un CD cosiddetto “energico” nel quale la musica è stata spogliata di tutte le proprietà artistiche e di tutto l'impatto emotivo. La buona notizia è che alcuni musicisti si stanno accorgendo di come viene trattata la loro musica e si stanno organizzando per combattere l'eccessiva compressione.

La domanda è: riusciranno a prevalere sugli amministratori delegati delle etichette discografiche?

Torna su

Pubblicità

Omega Audio Concepts banner
KingSound banner
Vermöuth Audio banner

Is this article available only in such a language?

Subscribe to our newsletter to receive more articles in your language!

 

 

 

Email:
Lingua:

Pubblicità

Dream Streaming banner
HighResAudio banner